Kicking Geek

Amanti delle sneakers, della street art ma soprattutto geek impenitenti? Non sapete cosa significhi geek? Andate via finchè potete. Oppure approfondite qui.

Tornando a noi. Scarpe da ginnastica+graffiti+tecnologia=affare. Questa, pare, sia la formula che Daniel Reese deve aver pensato mentre passeggiava per la umida contea del Merseyside, immersa nel Regno Unito e patria dell’artista/imprenditore.

Nel lontano 2009 il creativo Reese dalla grande passione per tutto ciò che è pop, stanco delle solite forme e colori ai piedi di tutti, ideò una scarpa con il logo del browser Firefox. Poi venne quella dell’arcinoto e stanco Explorer, poi la bussola dell’ex amato Safari per i Mac addicted. E poi non s’è più fermato.

Brass Monki, questo il nick del 22enne inglese,  posta la sua idea e i vari concept sul suo MySpace (non storcete la bocca. Era il 2009, ancora lo usavamo) e da allora è stata un’ascesa lunga due anni. Che prosegue con successo e non intende fermarsi.

E dove credete di trovarle ora, le freakie shoes del ragazzotto? Esclusivamente on line, naturalmente. Dopo l’ovvio abbandono effettivo del suo MySpace, il boy ha creato il suo sito dal quale chiunque può acquistare le sue (letteralmente) fantastiche scarpe.

Daniel dice ai suoi clienti che possono scegliere tra le centinaia di possibilità offerte nel sito (si va dai tarantiniani La Sposa di Kill Bill e Le Iene a geekate come Luigi Mario o la principessa Peach Toadstool di Super Mario) oppure con una piccola spesa in più assicurarsi “your very own exclusive design”.

Se vi è venuta un’insana voglia di buttare un occhio ai lavori di Daniel Reese correte qui.  Se invece volete buttare anche qualche soldo, sappiate che le tariffe partono da 180 euro. Per averle personalizzate, la spesa sale a 350. Ma poi sarete davvero unici al mondo. Sino a quando le terrete ai piedi, per lo meno.

6 risposte a “Kicking Geek

  1. ….stanotte sono stato svegliato da un pensiero assillante,un tormento a cui non dare retta ma che si faceva pressante, sempre piu intenso, e non mi lasciava dormire, e urlava forte come sirena per ulisse, e il desiderio di entrare qui e spiattelarlo su questi bianchi spazi era mordente, ma dovevo trattenerelo, farlo crescere, maturarlo, prima di poterlo condividere con chiunque ora stia leggendo…..
    perchè è possibile…
    si può fare!!!
    …è giunto il momento
    i tempi sono maturi
    ………..
    …….
    LE SCARPE COI BAFFI!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...